Borgo medievale di Itri

Borgo medievale di Itri

tra i più belli della Provincia di Latina

Consiglio 
Latinamipiace
Comprare Olio
dai frantoi vicini

 Stagione Ideale
Primavera

Tipo di attrazioni
Architettoniche

Prodotto tipico
Olive

Il borgo medievale di Itri alle pendici dei Monti Aurunci e vicino ai comuni di Sperlonga Gaeta e Formia, è uno tra i più interessanti della Provincia di Latina. Le origini del borgo sono antichissime fece parte dei possedimenti degli Aurunci e successivamente conquistata dai Romani, che costruirono nel 312 a.c. la via Appia, il nome Itri deriva dal latino "iter", che significa letteralmente "via" o "cammino".  

Il borgo medievale si sviluppò principalmente intorno al decimo ed undicesimo secolo quando venne eretto il castello. Piccola curiosità nel paesino di Itri nacque Michele Pezza detto frà Diavolo, brigante italiano vissuto tra la fine del 1700 ed inizi del 1800 famoso per aver partecipato ad alcuni movimenti controrivoluzionari.

Ma vediamo insieme cosa fare e cosa vedere nel borgo medievale di Itri.

 

Itri cosa vedere e cosa fare

Passeggiata nel centro storico del borgo

Il centro storico del borgo medievale di Itri è caratterizzato da piccole vie ed a architetture religiose, civili e militari ben conservate, la rendono perfetta per una passeggiata alla scoperta dei suoi segreti. Tra le cose da vedere sicuramente bisogna menzionare Porta Mamurra la più grande e caratteristica, Porta Cea, Porta Ripa e Porta San Martino porte principali della città, la chiesa San Michele Arcangelo (o S. Angelo) e quella di Santa Maria Maggiore. Ed infine la casa di frà Diavolo.

Castello

itri-castello-esterno-latinamipiaceEdificio simbolo della città di Itri il castello medievale si trova nella parte più alta della città una collina chiamata Sant’Angelo. Bisognerebbe guardarlo dall’alto per apprezzare pienamente questa fortezza medievale.Nel 1943 venne danneggiato dai bombardamenti, è solo nel 1979 fu acquistato dalla provincia di Latina per un prezzo simbolico e poi ceduto al comune d’Itri. Oggi il castello è usato dalla comunità per diverse attività come: mostre, convegni, sagre, mercatini, cerimonie e spettacoli culturali.

Santuario della Madonna della Civita

Santuario dedicato alla patrona, si trova sopra il borgo medievale di Itri , sul Monte Fusco è importante per la venerazione del ritratto della Madonna Odigitria. Si racconta che per un evento miracoloso il ritratto bizantino,fu ritrovato su un leccio sul monte Fusco e da allora è meta dei pellegrinaggi.

Museo del Brigantaggio

Il Museo del Brigantaggio ripercorre la storia di questo momento della storia italiana ed in particolare del basso Lazio. La mostra è divisa in tre sezioni Ragioni della Storia, Ragioni del Mito, Ragioni del Luogo e ripercorrono non solo l’ordine cronologico degli eventi ma anche analizza gli aspetti culturali del periodo.

 

 

 

 

Apertura del Museo

Mattina: giovedì, sabato e domenica

10:00 – 13:00

Pomeriggio: dal martedì alla domenica
16:30 – 19:00 (Invernale)

17:30 – 20:00 (Estivo)

Costo del biglietto per adulti 3€, mentre over 65 1€. Vi è la possibilità per 5€ di acquistare il biglietto cumulativo Museo + castello.

Antica Via Appia e fortino di S.Andrea

Grazie ai lavori condotti dall’amministrazione negli ultimi anni il tratto dell’antica Via Appia che sale lungo la Valle di Sant'Andrea si può ripercorre per 3 km immersi in un paesaggio e atmosfera davvero suggestiva. Un percorso in cui la strada romana vi appare incisa da un lato sul fianco roccioso del monte e che permette di osservare i resti del forte di S. Andrea un forte che fu utilizzato dal brigante Fra' Diavolo nella difesa contro i Francesi nel 1798.

Il Borgo medievale di Itri sicuramente è da non perdere e grazie alla sua vicinanza a località marittime lo rende ideale per qualsiasi stagione dell’anno.

Itri come arrivare





Leave a Comment