Trekking a Latina: 10 posti bellissimi

Trekking a Latina: 10 posti bellissimi

Un viaggio tra gli itinerari ed escursioni della nostra provincia

Consiglio 
Latinamipiace!
Vestirsi sempre 
in maniera adeguata

Stagione Ideale
Primavera/Estate


Tipo di attrazioni
Naturale

Belvedere
Eremo di San Michele Arcangelo

 

1 - Picco di Circe (San Felice Circeo)

mapa-trekking-picco-di-circe-san-felice-circeo-latinamipiace

Iniziamo il nostro viaggio con uno dei sentieri più amati dagli appassionati del trekking a Latina e del mare, il Picco di Circe. Picco più alto del promontorio del Monte Circeo, a 541 metri sul livello del mare e con una vista veramente unica e mozzafiato. Dalla sua vetta si possono ammirare le Isole Pontine su un lato, su un altro si vede tutto il Golfo di Gaeta ed infine dall’altro la spiaggia di Sabaudia (spiaggia di Torre Paola) con le sue dune che separano il mare dai laghi costieri.
Ci sono diversi sentieri, di diverse difficoltà ,che portano fino al picco, il più facile è il sentiero n°4. A questo link potete scaricare la mappa con tutti gli itinerari del promontorio.

2 - Eremo di San Michele Arcangelo e Monte Redentore (Formia)

mapa-trekking-eremo-di-san-michele-arcangelo-e-monte-redentore-formia-latinamipiace

L’eremo di San Michele Arcangelo nella frazione di Manarola nel comune di Formia, è un piccolo santuario risalente all'830 d.C. incastonato nella roccia del Monte Altino a 1158 m. di altitudine, sotto la cima del Redentore.

La facciata della Chiesa è stata ricostruita in stile gotico nel 1893 e dalle sue pareti interne e dalla volta stilla l'acqua di una freschissima sorgente. Al suo interno inoltre è presente la statua di San Michele.

Il sentiero che porta a questo eremo e al monte Redentore è sicuramente uno dei sentieri di trekking a Latina più affascinanti e frequentati dei Monti Aurunci sia per gli aspetti storici e religiosi che per quelli paesaggistici ed ambientali. Per arrivare all'eremo di San Michele bisogna percorrere la "Strada della statua" nata per trasportare la grande immagine del Redentore che dal 1900 sovrasta dall'alto della cima del monte la città di Formia e il mare.

3 - Monumento Naturale Campo Soriano (Terracina)

mapa-trekking-monumento-naturale-campo-soriano-terracina-latinamipiace

Incantevole angolo dei Monti Ausoni, nella zona montuosa del comune di Terracina, il Monumento Naturale Camposoriano è una delle attrazioni naturali da non perdere.

Primo monumento naturale della Regione Lazio istituito nel 1985  e caratterizzato da forme carsiche di superficie, come doline, campi carreggiati e hum.

Il simbolo di questo parco è sicuramente la cosiddetta “cattedrale” un corpo roccioso di 18 metri che fa da cornice ad un territorio costituito da boschi di querce sempreverdi e caducifoglie, estesi lembi di macchia mediterranea prati e molto altro ancora.

La cattedrale è facilmente raggiungibile attraverso un percorso illustrato all’interno del parco che conduce alla scoperta delle particolarità di questo ambiente naturale.

Per gli amanti del trekking si consiglia il percorso ad anello di Cavallo bianco, che parte presso la sede del Parco, poco distante dal pianoro, sempre lungo la strada di Camposoriano.

4 - Anello del monte Semprevisa (Carpineto Romano)

mapa-trekking-anello-del-monte-semprevisa-carpineto-romano-latinamipiace

Uno dei sentieri di trekking più classici a Latina e provincia (anche se non è propriamente una montagna della provincia di Latina), un'escursione in cui si  attraversano boschi e creste in un’atmosfera quasi surreale e fiabesca, stiamo parlando del Anello del monte Semprevisa. Un itinerario che permette in una sola escursione di raggiungere il punto più alto dei Monti Lepini e di ammirare l’intero Agro Pontino un vero piacere per l’escursionista. Il punto di partenza che viene utilizzato più spesso è nell’area pic-nic di Pian della Faggeta.

5 - Sentiero “Ulivo – Arco” e "Leccio – Eremo di S. Erasmo” (Roccagorga)

mapa-trekking-sentiero-ulivo-arco-leccio-eremo-di-sant-erasmo-roccagorga-latinamipiace

Situata a 289 metri dal livello del mare su di uno sperone di roccia, Roccagorga offre tante possibilità di passeggiate tra il verde e la natura.  Vogliamo però segnalarvi due sentieri, di diversa difficoltà, da non perdere :  il sentiero “Ulivo – Arco” ed il sentiero “Leccio – Eremo di S. Erasmo”

Il primo è un percorso che si snoda quasi esclusivamente all’interno di uliveti che circondano il centro abitato, una nicchia di natura assolutamente unica. Il percorso è molto facile, adatto a tutti e ben segnalato. Il secondo invece ha inizio nella piazza dell’Arco a Roccagorga e termina nel Eremo di San Erasmo a ridosso del Semprevisa. Si tratta di un sentiero leggermente più difficile del precedente con picchi di pendenza elevati.

 

6 - Monte Lupone (Cori - Roccamassima)

mapa-trekking-monte-lupone-cori-roccamassima-latinamipiace

Altra meta sicuramente da non perdere per tutti gli amanti del trekking è quella del Monte Lupone all’interno dei monti Lepini. La particolarità di questo sentiero è il paesaggio, che cambia continuamente passando dalla faggeta alla radura, dalla cresta al pianoro e ai prati di quota, fino alla cima.

7 - Da Fossanova a Priverno

mapa-trekking-da-fossanova-a-priverno-latinamipiace

Altra tappa imperdibile del nostro viaggio alla scoperta dei 10 posti più belli dove fare trekking ed escursioni è quella tra Fossanova e Priverno. Si parte dal borgo medievale di Fossanova e con un percorso ad anello si potrà ammirare il paesaggio lungo l’argine del fiume Amaseno, tra sugherete e lecceti e risalire fino ad arrivare al Parco di San Martino di Priverno che ospita un suggestivo castello cinquecentesco con all’interno il Museo della Matematica al momento chiuso per restauro. Una passeggiata tranquilla all’insegna della storia e natura.  

8 - Norma e Pantanelle

mapa-trekking-norma-e-pantanelle-latinamipiace

Altro suggestivo itinerario è sicuramente quello che da Ninfa arriva fino al paese di Norma un escursione che attraverso una antica strada Medievale attraversa uliveti, le vie del paese  e termina nell’antica Norba da cui è possibile ammirare il panorama sull’antico borgo di Ninfa e il mare con le isole pontine . Da qui poi si potrà ridiscendere per la stessa via e si raggiunge il punto di partenza, consigliato anche l’ingresso all'oasi naturale di “Pantanelle” è un parco di circa 100 ettari adiacente il Giardino di Ninfa che ha al suo interno l'ambiente originario delle Paludi Pontine prima della bonifica integrale.

9 - Monte Giove (Terracina)

mapa-trekking-monte-giove-anxur-terracina-latinamipiace

Questo itinerario è sicuramente molto apprezzato per la sua vista panoramica sul mare e sulla città di Terracina, ma anche amato dagli appassionati di storia antica in quanto arriva direttamente nel sito archeologico di Monte Giove. Un percorso che ripercorre a grandi linee la via dei pellegrini che dalla centro della città si recavano al Tempio di Anxur. Un facile percorso tra storia e natura assolutamente da non perdere.

 

10 - Via Francigena (Provincia di Latina)

mapa-trekking-via-francigena-della-provincia-di-latina-latinamipiace

Per ultimo non per importanza troviamo il percorso della Via Francigena che attraversa longitudinalmente l'intero territorio provinciale di Latina, che passa dai Monti Lepini e costeggia l'intera antica Via Appia; da Latina a Minturno, fino a congiungersi con il Garigliano nei pressi di Suio Terme a Castelforte. Vi sono diversi possibili escursioni che si possono effettuare nel nostro territorio a questo link potete trovarne alcune.

Nota per le tue escursioni consigliamo :

  • scegliere gli itinerari in funzione delle proprie capacità fisiche e tecniche, documentandosi adeguatamente.
  • un abbigliamento ed equipaggiamento consono all'impegno ed alla lunghezza dell'escursione e porta nello zaino l'occorrente per le situazioni di emergenza. Utilizza sempre scarponcini o scarpe da trekking adeguate al tipo di escursione
  • Informati sulle previsioni meteo e ricorda che in montagna il tempo cambia rapidamente
  • Studia preventivamente itinerari alternativi.
  • Se hai dubbi sul proseguimento dell'escursione torna indietro, è meglio rinunciare piuttosto che rischiare.
  • Riporta a valle i tuoi rifiuti. Rispetta la flora e la fauna.

Riepilogo dei 10 migliori luoghi dove fare trekking a Latina e provincia

Itinerario

Località

Difficoltà

Picco di CIrce

San Felice Circeo

Per principianti ed esperti

Eremo di San Michele Arcangelo e Monte Redentore

Formia

Intermedio

Monumento Naturale Campo Soriano

Terracina

Principiante e Intermedio

Anello del monte Semprevisa

Carpineto Romano

Intermedio

Sentiero “Ulivo – Arco” e "Leccio – Eremo di S. Erasmo”

Roccagorga

Principiante e Intermedio

Monte Lupone

Cori - Roccamassima

Intermedio

Fossanova

Priverno

Principianti

Norma a Pantanelle

Norma

Intermedio

Monte Giove

Terracina

Principianti

Via Francigena

Tutta la Provincia di Latina

Diverse difficoltà

Scoprite con noi i 10 migliori luoghi dove fare trekking a Latina e provincia, un occasione unica per scoprire le bellezze naturali del nostro territorio!






Blog Comments

Buongiorno, vi riscrivo la domanda che ho già scritto su fb: il sentiero che porta da Terracina a Monte Giove è praticabile o no? La scorsa estate, salendo a Monte Giove con il bus di linea che parte da piazza Mazzini, l’ho chiesto a 2 autisti della zona in due giorni diversi, entrambi mi hanno risposto che il sentiero non è praticabile perché in abbandono.

Buongiorno Rosanna,

a noi risulta che il sentiero sia aperto e praticabile. Per maggiori informazioni la invitiamo a scrivere su facebook o per email al parco degli Ausoni. Speriamo di esserle stati di aiuto.

Un saluto

Staff
Latinamipiace.it

Leave a Comment