Isole Pontine scopri le sue bellezze ed i suoi segreti

latinamipiace_isole-pontine

ISOLE PONTINE

Scopri le bellezze ed i segreti di queste meravigliose isole

Consiglio Latinamipiace!
Visitare Palmarola

Stagione Ideale
Primavera / Estate

tipo-di-attivita-latinamipiaceTipo di attività
Coppia / Famiglia

belvedere-latinamipiaceBelvedere
Tramonto nel mare

A poco meno di 3 ore da Roma, nelle acque blu intenso del Mar Mediterrano,troviamo 6 isole chiamate  Isole Pontine o Ponziane i cuoi colori dell'acqua sono di un turchese e trasparente da accecare gli occhi.

Se state pensando di raggiungere le spiagge pontine quest'estate dimenticate Sperlonga o Sabaudia, e dirigetevi verso il segreto meglio custodito dell'intera regione Lazio : l'Arcipelago delle Pontine.

mappa-isole-pontine-latinamipiace

Le Isole Pontine

Le isole pontine sono uno di quei posti che basta visitare una solo volta per innamorarsene e non dimenticarle. È infatti quasi impossibile dimenticare questo angolo di paradiso così piccolo ma pieno di fascino e di cose da vedere.

L’arcipelago è composta da: 

  • Ponzal’isola più grande e dai cui prende il nome l’intero arcipelago
  • Ventotene, riserva naturale statale e area naturale marina protetta
  • Palmarolaconsiderata una tra le più belle al mondo
  • Zannone, un mantello vegetale di interesse botanico
  • Gavi, meravigliose scogliere a picco sul mare
  • Santo Stefano quest’ultime due disabitate

Le isole Pontine si sono formate grazie ad antichi vulcani che, insieme a molti altri sorti lungo il versante della Toscana fino alla Campania, si sono formati nel corso di lente modificazioni dell’area mediterranea.  

Le isole sono ricche di spiagge e calette tra le più belle d’Italia, ma di particolare rilievo sono anche gli spettacoli che offrono i fondali marini, custodi di antichi tesori come navi romane o relitti di piroscafi affondati durante le guerre mondiali. Inoltre l’arcipelago si compone di ben una riserva naturale protetta, quella di Ventotene e Santo Stefano e di un Parco Nazionale quello del Circeo cui fa parte Zannone, la più settentrionale delle isole.

Isole Pontine Mappa

L’arcipelago è composta da: 

  • Ponzal’isola più grande e dai cui prende il nome l’intero arcipelago
  • Ventotene, riserva naturale statale e area naturale marina protetta
  • Palmarolaconsiderata una tra le più belle al mondo
  • Zannone, un mantello vegetale di interesse botanico
  • Gavi, meravigliose scogliere a picco sul mare e
  • Santo Stefano quest’ultime due disabitate

Le isole Pontine si sono formate grazie ad antichi vulcani che, insieme a molti altri sorti lungo il versante della Toscana fino alla Campania, si sono formati nel corso di lente modificazioni dell’area mediterranea.  

Le isole sono ricche di spiagge e calette tra le più belle d’Italia, ma di particolare rilievo sono anche gli spettacoli che offrono i fondali marini, custodi di antichi tesori come navi romane o relitti di piroscafi affondati durante le guerre mondiali. Inoltre l’arcipelago si compone di ben una riserva naturale protetta, quella di Ventotene e Santo Stefano e di un Parco Nazionale quello del Circeo cui fa parte Zannone, la più settentrionale delle isole.

Mappa di Palmarola

mappa-isola-palmarola-latinamipiace

Mappa di Ponza

mappa-isola-ponza-latinamipiace

Mappa di Ventotene

mappa-isola-ventotene-latinamipiace

Isole Pontine come arrivare

Come abbiamo detto, è possibile arrivare sulle Isole Pontine (a Ponza o Ventotene) via mare con barche, aliscafi o traghetti, la partenza è prevista dai porti delle città di Formia, San Felice Circeo (solo estate) e Terracina.

Una volta arrivati sulle isole è possibile noleggiare una piccola barca o un gommone per circumnavigarle; è il modo migliore per godersi la vacanza queste meravigliose isole.
Nota : A Ponza è vietata la circolazione delle auto dei non residenti nei mesi estivi, è necessario munirsi di un mezzo di trasporto quale scooter, bici oppure servirsi di un taxi o autobus.

Scopri ora tutti i segreti, le attrazioni imperdibili e le meraviglie di queste bellezze naturali





Leave a Comment