Carciofi alla sezzese

Carciofi alla sezzese

 

Consiglio
Latinamipiace
Provare quelli della sagra

va-bene-con-latinamipiace Va bene con
Vino bianco

tipo-di-piato-latinamipiaceTipo di piatto
Secondo

costo-latinamipiaceCosto
Basso

I carciofi alla sezzese, sono uno dei maggiori  rappresentanti dei prodotti tipici della provincia di Latina un piatto tipico della tradizione pontina.

Nulla è lasciato al caso nella preparazione di questo semplice e profumato secondo: dalla scelta della varietà di carciofo, la mammola (o carciofo romanesco) che si distingue dalle altre per la sua forma più rotonda e le foglie non spinose. Poi la menta (o mentuccia meglio ancora), lo spicchio d’aglio per aromatizzare l’interno.

E stretti stretti in un padella avviene lo spettacolo: con una cottura dolce e lenta questo fiore dalla scorza dura si trasforma in un prelibato secondo morbido e profumato. Che siate di Sezze o no, servire i carciofi alla sezzese sarà sempre un successo!

Si impiantano i carducci tra Agosto e fine Ottobre e si raccolgono a Marzo Aprile. Ma scopriamo insieme come preparare i carciofi alla sezzese.



Ingredienti

Di seguito potete trovare tutti gli ingredienti dei carciofi alla sezzese :

  • 8 carciofi
  • Sale Fino
  • Spicchio d'aglio
  • 1 Limone
  • Mentuccia
  • Olio
  • Prezzemolo
  • Per i più golosi si possono aggiungere tocchetti di pancetta o lardo.

Come scegliere un buon carciofo

Il segreto per la buona riuscita di questo prodotto tipico sta nella scelta del buon carciofo. Per poter scegliere un buon carciofo ti basterà seguire questi brevi ma efficaci consigli :

  1. Scegliere carciofi di colore verde lucido e senza macchie nere o marroni. Se i carciofi hanno macchie, vuol dire che non sono freschi.
  2. I carciofi al tatto devono essere duri ed il fusto dovrà essere sodo. Le foglie non devono essere molli e separate
  3. Gambo tenero e non ammaccato
  4. Controlla la freschezza piegando una foglia esterna. Se fa resistenza e si rompe con facilità, allora si tratta di un carciofo fresco. Se invece di rompersi si piega per ritornare alla sua posizione allora non è fresco.

Come preparare i carciofi alla sezzese

Come ogni ricetta in cui si usano carciofi freschi, bisognerà occuparsi della pulizia di questi ortaggi. Per prima cosa preparate una ciotola con acqua fredda in cui avrete spremuto del succo di un limone, questo eviterà che i carciofi puliti si anneriscano. Una volta preparata la ciotola, procedete sfogliando il carciofo, ovvero eliminando le foglie esterne più dure, fino ad arrivare a quelle più tenere.

Una volta raggiunto il cuore, occupatevi del gambo: togli la parte finale quella più dura, e dalla parte restante, eliminate le eventuali spine presenti , e rimuovete lo strato esterno fibroso. A questo punto tagliate il gambo che dovrebbe essere tenero e saporito che utilizzeremo più tardi.

Immergete uno ad uno tutti i carciofi puliti nella ciotola con acqua e limone, per evitare che anneriscano.

Il ripieno dei carciofi alla sezzese

Una volta finito tritate l’aglio, il prezzemolo,la mentuccia ed il gambo del carciofo. Aggiungete inoltre un filo d’olio, un pizzico di sale e se volete della pancetta. Una volta ottenuto questo gustoso composto potete passare alla ultima parte. Aiutandovi con un cucchiaino dovrete riempire l’interno dei carciofi e salare in superficie.

Come cucinare i carciofi alla sezzese

Una volta salati fateli "scottare" in un tegame con due dita d’olio per un paio di minuti. Aggiungete dell’acqua fino a coprire metà del carciofo. Chiudete la pentola con un coperchio e fate cuocere a fiamma moderata. La cottura richiede in media mezz’ora, quaranta minuti.



Altri modi di mangiare i carciofi a Sezze

E' molto diffuso anche mangiare carciofi al forno e alla brace. La preparazione è molto più semplice in quanto i carciofi non vengono puliti, ma lasciati con tutte le foglie ed il composto di ripieno e lo stesso.

Proprietà dei carciofi

I carciofi sono ricchi di vitamina B1 e B3 e di minerali come ferro, sodio, potassio, calcio, fosforo. Questo ortaggio, inoltre, è diuretico, combatte il colesterolo, aiuta il fegato nelle sue funzioni e poiché contiene molte fibre ma è privo di grassi è un alimento perfetto per le diete ipocaloriche.

Come mantenere i carciofi freschi

Per conservare i carciofi freschi, evitando che si rinsecchiscano, basterà immergere i loro gambi in acqua come se fosse un fiore! Così facendo possono durare dai tre ai quattro giorni. Se invece dobbiamo conservarli per maggior tempo, sarà meglio metterli in frigo chiusi in un sacchetto.

Noi consigliamo sempre di farli all'istante, perché aspettare per mangiare questa nostra bontà!



Sicuramente i carciofi alla sezzese sono uno dei prodotti gastronomici della provincia di Latina da non perdere




Leave a Comment