Formia cosa vedere e cosa fare

Formia-La-città-di-Cicerone-Comune-Latinamipiace

Formia cosa vedere e cosa fare

La città di Cicerone

Consiglio 
Latinamipiace
Visitare Cisternone Romano

 Stagione Ideale
Primavera

Tipo di attrazioni
Architettoniche/ Naturali

Prodotto tipico
Spaghetti alla Formiana

Formia scopriamo insieme cosa vedere e cosa fare nella città di Cicerone. Le principali attrazioni da non perdere, le attività e le cose da fare per una passeggiata o un week-end nel comune pontino, scopri la nostra guida su questo magnifico comune pontine. E se le sue attrazioni non  dovessero esservi sufficienti,sappiate che vicino ci  sono spiagge da sogno, borghi medievali e parchi naturali. 

Formia, è uno dei comuni principali della Provincia di Latina all'interno del Golfo di Gaeta ha origini antichissime fu fondata dal popolo dei Laconi e dai romani venne chiamata “Formiae” dal termine “Hormia”, “eccellente approdo” grazie appunto alla sicurezza del porto. La leggenda racconta che qui approdarono le imbarcazioni di Ulisse ma che solo una riuscì a salvarsi dai Lestrigoni, antichi giganti cannibali. L'attuale città è frutto dell'unione (durante l'unità d'Italia) di tre centri minori  quello di Maranola, Mola e Castellone. Si trova a poco più di un ora e 15 minuti dal centro di Latina e a metà strada tra Roma e Napoli è sicuramente una meta da non perdere per chi si trova nella provincia Pontina.   

Ma vediamo insieme Formia cosa vedere e cosa fare.



Formia cosa vedere

Centro Storico

Torre-di-Mola-borgo-Formia-latinamipiaceIl centro storico di Formia può essere diviso in tre diversi borghi quello di Mola, Castellone e Maranola in cui troviamo diversi monumenti di origine medievale e romane,edifici religiosi ed il porto.

Il borgo di Mola quartiere marinaro e commerciale era caratterizzato da un sistema di mura difensive, volute dall’imperatore Carlo II d’Angiò ed utilizzate come un ingresso alla fortezza gaetana. Di questo sistema difensivo rimane oggi la torre di Mola resto del Castello Angioino. Nel borgo troviamo poi la chiesa di San Lorenzo e San Giovanni Battista, relativamente del 831 e del 1566 che fino al '700 erano divise da un muro, distrutto poi nell'800, facendole diventare un'unica chiesa a due navate.

Torre-di-Castellone-borgo-Formia-latinamipiaceTroviamo poi il borgo di Castellone una suggestiva fusione di strutture romane e medievali, nato per difendersi dalle invasioni via mare. Sull’antico ingresso troviamo la torre di Castellone, unica superstite delle 12 torri che caratterizzavano le mura difensive della città e che conserva stratificazioni di tre diverse epoche, quella risalente al primo insediamento romano, una di rinforzo ad epoca repubblicana ed il torrione edificato dalla famiglia Caetani.

All'interno del quartiere troviamo poi il Teatro Romano che la leggenda vuole che, il 2 giugno del 303 d.C., durante le feroci persecuzioni cristiane, in questo luogo sia stato perpetrato il martirio, del vescovo di Antiochia e poi del Santo Erasmo di Formia. Qui si trova anche il Cisternone Romano una magnifica opera idraulica realizzata durante l’età imperiale romana è la più grande cisterna romana visitabile (dopo quella di Istanbul). Il Cisternone apre le sue porte ogni seconda domenica del mese. 

Per secoli i due rioni quello marittimo di Mola e quello collinare di Castellone furono separati da giardini di agrumeti e soltanto nel 1863 i borghi furono riuniti, questo perché Formia fu spesso depredata e i suoi abitanti fuggirono dividendosi in due nuclei. 

Maranola-Borgo-Formia-Chiesa-Santa-Maria-ad-Martyres-latinamipiaceInfine il Borgo di Maranola è caratterizzato da differenti chiese come quella dell’Annunziata, di Santa Maria ad Martyres, che custodisce splendidi altari barocchi e un presepe di terracotta del 1700, quella di San Luca Evangelista con una cripta medievale che conserva una pittura parietale dedicata al culto della Madonna del Latte. 



Tomba di Cicerone a Formia

Tomba-di-Cicerone-Formia-latinamipiaceLa Tomba di Cicerone a Formia si trova all'ingresso della Città di Formia, provenendo da Itri verso il Centro città è un monumento funerario di età augustea (sepolcro colombario), costituito da una pianta centrale e cilindro cementizio. L’attribuzione del sepolcro a Cicerone non è certa, ma la vicinanza del sito all’area dove egli fece costruire una delle sue sontuose ville sosterrebbero la tesi. Si racconta che Cicerone fu assassinato nella sua villa il Formianum, dopo un tentativo di fuga via mare per sottrarsi alla vendetta di Marco Antonio.

Tomba-di-Cicerone-Formia-Informazioni-generali-latinamipiaceLa tomba è una torre alta 24 metri, è costituita da un basamento tronco piramidale quadrato di metri 17 di lato e alto metri 9, in blocchi di calcare. Racchiude un'alta cella circolare intervallata da sei nicchie in opus-testaceum ed è coperta da una volta anulare impostata al centro su un pilastro a sezione circolare di elementi lapidei. La torre cementizia circolare, un tempo rivestita in marmo, ha come unica funzione quella di innalzare alla massima visibilità il sepolcro.

La Tomba di Cicerone è aperta gratuitamente al pubblico ogni prima e terza domenica mattina di ogni mese,con visite guidate a cura degli archeologi del Raggruppamento associativo RTA SINUS FORMIANUS

Info e dettagli:

  • 349.5328280
  • sinusformianus@gmail.com



Museo Archeologico Nazionale di Formia

Museo-Archeologico-Nazionale-di-Formia-latinamipiaceIl Museo Archeologico Nazionale di Formia occupa un'ala del palazzo municipale, nota come 'Stalloni dei Borboni' fu realizzato nel 1997 come ampliamento di un precedente Antiquarium istitutito nel 1968, dopo la distruzione, avvenuta durante la guerra.

Al suo interno sono conservate numerose testimonianze di epoca romana composta in prevalenza da sculture, di elevato livello artistico, databili nella massima parte tra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C., il periodo della maggiore fioritura della Città.  

Il prezzo d'ingresso al museo è di 3€, ridotto di 1,50€ 

Giorni e orario apertura:

Lunedì - Domenica : 08:30 - 19:30 la biglietteria chiude alle 19:00



Eremo di San Michele Arcangelo

Eremo-di-San-Michele-Arcangelo-Formia-latinamipiaceSituato sul monte Altino troviamo l’Eremo di San Michele Arcangelo un piccolo santuario risalente all'830 d.C. incastonato nella roccia e a 1158 m. di altitudine, sotto la cima del Redentore. La facciata della Chiesa è stata ricostruita in stile gotico nel 1893 e dalle sue pareti interne e dalla volta stilla l'acqua di una freschissima sorgente. Al suo interno inoltre è presente la statua di San Michele. 



Parchi naturali di Formia

Parco-dei-Monti-Aurunci-FondiCreato nel 1997 il Parco dei Monti Aurunci è sicuramente una delle attrazioni da non perdere per chi si trova a Formia. La porta di accesso al Parco è il borgo medioevale di Maranola da li vi sono diversi sentieri, segnalati con le tipiche bandierine bianco-rosse riportate su alberi o su rocce, che consentono di scoprire le bellezze paesaggistiche e naturalistiche di questi monti. 

La particolarità di questo parco e dei monti Aurunci è che si tratta della unica catena montuosa laziale ad affacciarsi direttamente sul Mare Tirreno con vette superiori ai 1.500 metri sul livello del mare.

Oltre che il Parco dei Monti Aurunci nel territorio del comune di Formia, troviamo un area protetta, sul promontorio di Gianola: il Parco Regionale della Riviera d’Ulisse. All’interno del quale vi è un’Oasi Blu che preserva l’ambiente marino. 



Fondi cosa fare

Spiagge ed immersioni a Formia

Villa-di-Mamurra-Formia-latinamipiaceSicuramente una delle attrazioni più amate durante l'estate sono le spiagge, infatti sono molte le bellissime spiagge che si trovano vicino a Formia. Era una località turistica balneare già in epoca romana qui si trovano infatti resti di antiche ville patrizie come quella di Mamurra costruita nel I sec. a.C. da Lucio Mamurra, un cavaliere romano nativo di Formia.

Balneare-di-Vindicio-Formia-latinamipiaceTra le prime spiagge troviamo la zona balneare di Vindicio, ideale per gli appassionati di sport come la vela, il windsurf ed il kitesurf, che grazie ai venti di Grecale e di Tramontana, possono praticarli tutto l'anno.

Spiaggia-dei-Sassolini-Formia-latinamipiaceVicino a Formia troviamo la baia dei Sassolini, conosciuta come spiaggia dei sassolini, si trova nella frazione di Scauri, un insenatura naturale tra il Monte d'Oro ed il  Monte di Scauri, all'interno del parco di Gianola. Inoltre all’interno del Parco Regionale della Riviera D’Ulisse si possono praticare immersioni nell’Oasi Blu del WWF.

Inoltre dal porto di Formia si possono prendere traghetti per le isole pontine, meraviglia naturale della nostra provincia.

Scopri qui le Spiagge più belle della Provincia.



Trekking ed Escursioni a Formia

Cima-del-Redentore-Parco-dei-Monti-Aurunci-Formia-latinamipiaceFondi cosa fare?

Sicuramente una delle attività ricorrenti è il trekking la vicinanze al Parco dei Monti Aurunci, al Eremo di San Michele Arcangelo e la facilità di alcuni percorsi lo rende meta ideale per tutti gli appassionati esperti e non.

Inoltre se vi piacciono le escursioni vi consigliamo di leggere la nostra guida sui 10 posti più belli dove fare trekking nella provincia di Latina.



Provare le specialità enogastronomiche di Formia

Spaghetti-alla-Formiana-sapori-Formia-latinamipiaceSono molte le specialità enogastronomiche  tra i sapori della cucina marinaresca a quella contadina, si ritrova nella composizione dei tanti piatti tipici che vanno dalle zuppe di pesce alle minestre di legumi con i frutti di mare, passando per le fritture di paranza e le minestre a base di cicorietta, borragine, finocchietto e altre piante selvatiche. Sicuramente uno dei piatti da non perdere sono gli Spaghetti alla Formiana

Insomma un vero paradiso per il palato 🙂



Formia come arrivare in treno

Per raggiungere Formia con il treno bisogna prendere il treno regionale ed arrivare direttamente alla stazione di Formia-Gaeta che si trova a poca distanza dal porto e dalle principali attrazioni del piccolo comune pontino. 

Formia come arrivare da Roma

Per chi vuole arrivare a Formia da Roma comodamente con l'autostrada del Sole (A1) ci sono tre alternative

  • Uscire al casello di Frosinone , prendere la strada in direzione Latina, dopo circa 10 km prendere la superstrada in direzione Terracina, dove prendere l'Appia e proseguire per Formia
  • Uscire al casello di Ceprano , prendere la SS 82 in direzione San Giovanni incarico, Pico,Itri e poi Formia questa strada è un pò tortuosa pero permette di vistare molti paesi caratteristici
  • Uscire al casello di Cassino, prendere subito dopo il casello autostradale la superstrada per Formia

Per coloro che invece non vogliono prende l'autostrada possono prendere la SS 148 Pontina  una volta arrivati a Terracina prendere la SS 7 Appia in direzione Fondi, poi proseguire per Formia.

Formia come arrivare da Napoli

Per chi vuole arrivare a Formia da Napoli comodamente con l'autostrada può prendere la A2 in direzione Roma ed uscire al casello di Cassino,e poi prendere subito dopo la superstrada per Formia

Per coloro che invece non vogliono prende l'autostrada possono prendere la SS Domiziana in direzione Formia.

Offerta del giorno



Booking.com






Leave a Comment