Abbazia e borgo di Fossanova

Il-Borgo-di-Fossanova-abbazia-latinamipiace

Abbazia e borgo di Fossanova

Un salto nel Medioevo

Consiglio 
Latinamipiace!
Foto nel chiostro

Stagione Ideale
Autunno


Tipo di attrazioni
Architettoniche

costo-latinamipiaceCosto
Entrata gratuita

L’Abbazia di Fossanova ed il relativo borgo medievale si trovano a pochi chilometri dalla città di Latinalungo il fiume Amaseno. Questo complesso monastico cistercense e tra i più belli d’Italia e dal 2006 la regione Lazio lo ha identificato come eccellenza del patrimonio architettonico, storico e artistico,uno dei grandi ‘attrattori culturali’ della regione. 

I visitatori vengono catapultati nel Medioevo grazie alla chiesa abbaziale ed il suo chiostro, il museo medioevale e gli antichi edifici che le fanno da contorno, ristrutturati con rispetto e in chiave moderna, ospitano strutture ricettive: abitazioni, ristoranti, bar, botteghe e un piccolo albergo che offrono momenti di ristoro e relax. 



Caratteristiche dell’abbazia di Fossanova

Abbazia-di-Fossanova-caratteristiche-latinamipiace

L’abbazia di Fossanova fu fondata nel IX secolo dai Benedettini, ma nel 1133 passò ai Cistercensi, che risanarono e ristrutturarono la località paludosa scavando un “Fosso Nuovo” per il deflusso delle acque, da cui l’Abbazia prende il nome. La chiesa fu consacrata da papa Innocenzo III il 10 giugno del 1208 e visse un periodo di ricchezza fino alla metà del XV secolo, quando lentamente cadde in decadenza fino al 1826, anno in cui Leone X la affida nuovamente ad una comunità monastica.

Il complesso monastico si compone della Chiesa, della Sala Capitolare,il Convento, il Refettorio e il Chiostro, che rappresenta il centro del complesso. 

La chiesa, dedicata alla Vergine Maria e al martire Santo Stefano, si presenta con solenne semplicità eleganza di forme e severità della regola cistercense, sottolineata da un’architettura solenne, e priva di ornamenti pittorici di particolare bellezza è l'elegante rosone, che disegna giochi di luce di grande suggestione in alcune ore del giorno e la grande navata centrale, segnata da possenti pilastri e dalle nervature. 

Troviamo poi il bellissimo chiostro, collegato alla chiesa dalla “Porta dei coristi", vero fulcro della vita comunitaria è qui infatti che si uniscono gli edifici più importanti dell’abbazia (Refettorio, Sala delle riunioni invernali, Sala Capitolare) e veniva usato per passeggiate e meditazione. Di stile romanico e gotico è delineato da una duplice serie di colonnine marmoree binate, lʼuna diversa dallʼaltra.

Incontriamo poi la splendida sala capitolare, arricchita da pilastri e nervature alla base di uno di essi è scolpito un nodo di Salomone, o nodo templare. Si può considera questa sala come la sede dello stato maggiore del monastero, lungo il perimetro, sono disposti i sedili di pietra su cui i frati discutevano di problemi di teologia e di interessi economici, infine si riunivano anche per eleggere l’abate e gli altri superiori.

Il refettorio è l’ambiente più grande dopo la chiesa, perché doveva raccogliere tutti i monaci che consumavano il pasto contemporaneamente. Il tetto in legno è sostenuto da cinque archi a sesto acuto; nelle pareti destre sono stati praticati due grandi archi a tutto sesto in uno dei quali c’è il pulpito in cui un monaco, durante i pasti, leggeva ai confratelli brani della Sacra Scrittura e dei Padri.

Infine troviamo l'infermeria e la foresteria entrambe distaccate dall’abbazia. La prima utilizzata per curare le persone venne isolato per l'esigenza di impedire la diffusione delle malattie contagiose,l'architettura è simile a quella del refettorio con archi acuti e soffitto in legno a vista. La foresteria invece veniva utilizzata come alloggio per i pellegrini, al primo piano si trova la cella che accolse le ultime ore di S. Tommaso, oggi ospita il museo medievale.



Il borgo di Fossanova

Il-Borgo-di-Fossanova-latinamipiace

Il Borgo di Fossanova è un antico insediamento Benedettino del VI sec. che nel 1135 passa all’ordine dei Cistercensi per volontà di Papa Innocenzo II. Il Medioevo è sicuramente il periodo più florido per questo borgo in quanto centro insigne di studi d’arte ma come detto in precedenza subisce una lenta ma inarrestabile decadenza e passando per diversi mani tra cui quella del marchesato dei Polverosi ed i principi Borghese.

Questa fase avrà fine nel 1874 con la completa trasformazione del complesso abbaziale in borgo rurale e viene dichiarato Monumento Nazionale,nel 1959 l’attuale proprietario, Famiglia Di Stefano, sottopone il Borgo a vincolo paesaggistico e nel 1977, ne tutela i fabbricati con il vincolo storico artistico per i monumenti.



San Tommaso d’Aquino e Fossanova

San-Tommaso-dʼAquino-Fossanova-latinamipiaceNellʼabbazia morì il 7 marzo 1274 San Tommaso dʼAquino che, durante un viaggio di trasferimento da Napoli per assistere al Concilio di Lione, fu colto da malattia (alcuni dicono a seguito di una caduta dalla cavalcatura, altri dicono, forse, avvelenato) e decise di farsi portare nel complesso monastico per poter trascorrere le ultime sue ore in preghiera e raccoglimento.Si dice che come tradizione francescana attese il trapasso disteso sul nudo pavimento. 

Oggi è possibile visitare la stanzetta dove passo le sue ultime ore,si trova all'interno della Foresteria passando per un giardinetto dove si trova una lapide con un mezzo busto del santo-filosofo a ricordo dell’avvenimento.

Piccola curiosità nel chiostro si conserva una pietra che reca due impronte ritenute le orme che lʼasino del Santo lasciò al momento del trapasso del padrone. Mentre è ancora oggi un mistero il destino delle spoglie di San Tommaso, si crede comunemente che il suo teschio sia custodito nel Duomo di Priverno. 

Orari Abbazia di Fossanova

Orari di Apertura abbazia di Fossanova

Dal 29 Ottobre al 25 Marzo (ora solare) 08:00 - 18:30 
Dal 26 Marzo al 29 Ottobre (ora Legale)  08:00 - 19:30

Orari delle Messe abbazia di Fossanova nei giorni festivi

Dal 29 Ottobre al 25 Marzo (ora solare) 08:00, 11:00, 17:00
Dal 26 Marzo al 29 Ottobre (ora Legale) 08:00, 11:00, 18:00

Orari delle Messe abbazia di Fossanova nei giorni feriali

Dal 29 Ottobre al 25 Marzo (ora solare) 17:00
Dal 26 Marzo al 29 Ottobre (ora Legale) 18:00

 

Abbazia di Fossanova come arrivare in Treno

Si può arrivare all'abbazia di Fossanova comodamente in treno vi sono infatti treni ogni ora, dalle stazioni di Roma e Napoli, fino alla Stazione di Priverno-Fossanova. In coincidenza con lʼarrivo dei treni è garantito un servizio urbano di collegamento con il borgo di Fossanova e Priverno. 

Abbazia di Fossanova come arrivare

Si può arrivare all'abbazia di Fossanova

  • dall’Autostrada del Sole (A1)
    Per chi viene da Roma o Napoli, uscita casello Frosinone e prendere in direzione Latina fino al bivio per Priverno (km.29,300) e da qui fino al borgo. 
  • Dalla via Appia
    Si prende il bivio di Priverno al km 85 (Migliara 53)e si prosegue per la SP Marittima II fino al borgo di Fossanova




Leave a Comment